Roccalumera e la cittadinanza ai due Quasimodo


Il 14 dicembre 2009 il Consiglio Comunale di Roccalumera ha conferito la cittadinanza onoraria postuma a Salvatore Quasimodo.
La famiglia Quasimodo, presente a Roccalumera fin dalla fine Ottocento, aveva svolto un ruolo attivo nella vita civica, tanto che Vincenzo Quasimodo, nonno del poeta, era anche stato vicesindaco del Comune.
A Roccalumera il piccolo Salvatore (nato a Modica il 20 agosto 1901) fu battezzato l’11 settembre 1901 e nel comune del messinese trascorse le vacanze estive durante l’infanzia e la prima giovinezza.


Il 18 agosto prossimo, il Comune di Roccalumera conferirà la cittadinanza onoraria ad Alessandro Quasimodo, figlio di Salvatore e della danzatrice Maria Cumani.
Alessandro Quasimodo è attore e regista e ha dedicato parte della sua carriera artistica alla diffusione della cultura italiana (in particolare della poesia) in tutto il mondo.
Un particolare merito gli va riconosciuto per l’instancabile ruolo di voce della poesia di Salvatore Quasimodo e di memoria vivente della biografia familiare.
A Roccalumera, assieme ai fratelli Carlo e Sergio Mastroeni, è tra i promotori e animatori del Parco Letterario Salvatore Quasimodo “La terra impareggiabile” attivo dal 1998. 

Alla cerimonia di conferimento della cittadinanza seguirà un recital di Alessandro Quasimodo dedicato a suo padre, dal titolo Un Nobel a Roccalumera.
Alla cerimonia parteciperanno il Sindaco di Roccalumera Gaetano Argiroffi; Carlo Mastroeni; Danilo Ruocco e Pietro Bitto. Modera Sergio Mastroeni.
La cerimonia avrà luogo il 18 agosto a partire dalle 20.30 in via A.F. Di Bella (Ex stazione ferroviaria di Roccalumera).
______________
Ultimo aggiornamento: 11.08.2017