Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Il francobollo di Quasimodo

Il 20 agosto 2001 per celebrare il centenario della nascita di Salvatore Quasimodo vi fu l’annullo filatelico del francobollo dedicato, per l’occasione, al poeta.
Ecco come la "Gazzetta Ufficiale" ne decreta l’emissione e lo descrive:

Modicano dei monti

Salvatore Quasimodo nacque a Modica, in una casa affittata dai nonni in via Posterla. La via si trova nella parte alta della città, per cui di sé il poeta ebbe a dire di essere un "modicano dei monti". In foto, la targa posta sulla facciata della casa natale.

Gli asterischi di Quasimodo

Tra il febbraio 1960 e il gennaio 1964 Salvatore Quasimodo collaborò con il settimanale “Le Ore”, firmando la rubrica “Il falso e il vero verde”, per la quale scrisse 846 brevi articoli (detti “asterischi”). Tali asterischi sono ora riuniti nel volume curato da Carlangelo Mauro (già curatore dei Colloqui quasimodiani) che porta il titolo Il falso e il vero verde ed è edito da SCE. Un libro che dà conto delle idee del poeta-giornalista in merito ai più svariati argomenti, da quelli letterari (come ci si aspetta da un Premio Nobel per la Letteratura) a quelli di cronaca nera e giudiziaria (e può essere una vera scoperta, per molti, pensare a Quasimodo come a un uomo del tutto immerso nella quotidianità della vita); non dimenticando di chiedere per i giovani una scuola più efficiente e di denunciare i rigurgiti neo-nazisti...