Cosa rappresenta la Pergamena del Premio Nobel

La pergamena del Premio Nobel è un’opera pittorica dedicata a Salvatore Quasimodo e alla sua poesia. Essa rappresenta in immagini sia la Motivazione del Premio Nobel (sulla facciata di sinistra), sia l’ultima terzina della poesia I morti del poeta siciliano (sull’altra facciata).
Sotto entrambe le immagini è riportata per intero la Motivazione del Premio Nobel:
L'Accademia svedese, secondo il mandato testamentario di Alfred Nobel del 27 novembre 1895, nella riunione del 22 ottobre 1959 ha deciso di assegnare a Salvatore Quasimodo il Nobel per la Letteratura 1959 per la sua poesia lirica, che con il fuoco classico esprime la tragica esperienza della vita contemporanea. 
Stoccolma 10 dicembre 1959.
[Svenska Akademien har vid sammanträde den 22 oktober 1959 i överensstämmelse med förenskrifterna i det av Alfred Nobel den 27 november 1895 upprättade testamente beslutat att tilldela Salvatore Quasimodo 1959 ars Nobelpris I Litteratur för hans lyriska diktning, som med klassisk eld uttrycker samtidens tragiska livskänsla. 
Stockholm den 10 december 1959.]
I morti
Mi parve s’aprissero voci,
che labbra cercassero acque,
che mani s’alzassero a cieli.
Che cieli! Più bianchi dei morti
che sempre mi destano piano;
i piedi hanno scalzi, non vanno lontano.
Gazzelle alle fonti bevevano,
vento a frugare ginepri
e rami ad alzare le stelle?

______________

___________

Dal sito del Premio Nobel:
Motivazione del Premio: "per la sua poesia lirica, che con il fuoco classico esprime la tragica esperienza della vita nei nostri tempi" 
[Prize motivation: "for his lyrical poetry, which with classical fire expresses the tragic experience of life in our own times".]